Chi siamo  |  F.A.Q.  |  Contatti  |  Link  |  
Provincia di Savona: Insieme Facile

Home

TERRITORIO

Procedimenti concertativi

Pubblicazioni

Normativa

Banche dati e modulistica

Calendario eventi

PTC Progetto di Piano

Repertorio cartografico

Comuni della provincia

PROGETTI

STRUMENTI PER LO SVILUPPO

Comuni della Provincia

Cairo Montenotte

Comune di Cairo Montenotte
C.so Italia, 1
17015 - Cairo Montenotte (Sv)
Telefono: 019 507071
Fax: 019 50707400
Website: www.comune.cairo-montenotte.sv.it
E-Mail: -

Immagine: stemma del Comune di Cairo Montenotte Immagine: mappa con la posizione del Comune di Cairo Montenotte

Itinerari turistico-culturali del Savonese

Sulle orme di Napoleone

TERRITORIO

EVENTI E PROGETTI

STRUMENTI E SVILUPPO

Distanza da Savona: 24 Km
Altitudine: minima 308 - massima 856 m
Superficie comunale: 99,50 Km
Popolazione: 13419 (fonte dati censimento 2001)
CAP: 17015, prefisso telefonico: 019, cod. Istat: 009015, cod. catastale: B369
Frazioni: Carnovale, Carretto, Ferrania, Montenotte, Monti,

Centro della Langa savonese, situato sulla sponda sinistra della Bormida di Spigno, poco a valle della confluenza dei rami di Pallare e di Mallare. L'abitato sorge in una plaga pianeggiante con colli ne che risalgono verso l'Appennino e in direzione del Monferrato. Rocchetta Cairo è a nord del capoluogo, sulla riva destra della Bormida, mentre Ferrania e San Giuseppe sorgono più a mezzogiorno. Importante stazione romana sulla via Giulia Augusta da Vado a Tortona, nel Medioevo subì l'invasione longobarda (641) e numerose incursioni saracene. Designata come Carium e compresa nella marca aleramica (secolo X), nel 1091 divenne possesso di Bonifacio del Vasto, che vi fece costruire un castello, e nel secolo XII passò ai marchesi Del Carretto. Nel 1202 e nel 1214 alcune parti del feudo furono cedute a Genova, mentre l'altra parte fu assoggettata al marchesato di Saluzzo nel 1322. Nel 1339 tutto il feudo fu riunito sotto gli Scarampi di Asti, ai quali fu confermato dal marchese del Monferrato nel 1419 e dal duca di Milano nel 1431. Occupata dai Savoia e gravemente danneggiata per il lungo bombardamento (1625), nel 1630 fu colpita gravemente dalla peste. Insieme agli altri feudi imperiali fu annessa al Regno di Sardegna con la pace di Vienna (1735). A Montenotte, nel 1796, il Bonaparte sconfisse gli Austro-sardi. Nel 1863 il nome della località fu aggiunto a quello del paese, divenuto città nel 1956. Vi nacque G. C. Abba (1838-1910), storico e garibaldino. Nell'abitato disposto a pianta rettangolare, restano tratti della cinta muraria trecentesca con un torrione e l'ogivale Porta Soprana. Allo stesso secolo appartengono, su una soprastante collina, le rovine del castello che fu dei Del Carretto e, prima del loro trasferimento nel palazzo in seguito eretto nell'abitato, degli Scarampi. La parrocchiale di San Lorenzo, sovrastata da un alto campanile, è una costruzione del 1630-1640 ripresa nel 1816. Di origine duecentesca, ma in seguito rifatto nelle sue varie parti, è il con vento francescano di Villa, con chiostro, chiesa annessa e campanile; trasformata da successive riprese è pure la chiesa dell'abbazia di Ferrania, fondata nel secolo X1. Tre ponti di origine romana sono nel territorio; ruderi di un castello trecentesco sono a Rocchetta e a Carretto, dove ebbe origine la celebre casata nobiliare. Il polo industriale di Cairo Montenotte è costituito da tre prevalenti indirizzi produttivi: cokerie, stabilimenti di prodotti sensibili (materiali fotografici) e di composti carbochimici. Per la fabbricazione dei prodotti sensibili è sorta, in località Ferrania, una grande industria, l'unica in Italia, la quale, ampliandosi, ha occupato anche gli spazi un tempo utilizzati per la produzione di tannino. Le cokerie funzionano grazie a una linea ferroviaria, te sa tra Savona e il territorio cairese, che garantisce un costante approvvigionamento; il quantitativo di coke prodotto è di circa 700 000 t annue: di queste il 25% viene imbarcato nel porto di Savona e, attraverso il cabotaggio, inviato ad alimentare industrie siderurgiche nazionali, Le cokerie, inoltre, forniscono gas a uno stabilimento contiguo, il quale produce ammoniaca, urea e ammine. Lo sviluppo industriale di Cairo Montenotte ha provocato la riduzione dell'attività agricola: nelle zone collinari sono ancora praticate le coltivazioni di vite, cereali e foraggi, l'allevamento del bestiame e la silvicoltura.

Prodotti locali: tartufi, funghi porcini; castagne; salsicce e salami genuini; piatti langaroli e liguri; liquore Nocino.
Piatti tipici: frittata di ortiche, minestra di ceci.

TERRITORIO

EVENTI E PROGETTI

STRUMENTI E SVILUPPO


PHOTO GALLERY del Comune di Cairo Montenotte

Immagine: veduta di Cairo Montenotte
Immagine: veduta di Cairo Montenotte
Immagine: veduta di Cairo Montenotte
Immagine: veduta di Cairo Montenotte
Immagine: veduta di Cairo Montenotte
Immagine: veduta di Cairo Montenotte

Torna alla lista degli itinerari

Top

<<

Aprile 17

>>

D

L

M

M

G

V

S

 

 

 

 

 

 

01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30


Promotori dell'iniziativa
"un tesoro di... Monumento"
Promotori di


                 Tutti i diritti riservati © Provincia di Savona - Via Sormano, 12 - 17100 SAVONA - C.F. e P.IVA 00311260095