Chi siamo  |  F.A.Q.  |  Contatti  |  Link  |  
Provincia di Savona: Insieme Facile

Home

TERRITORIO

Procedimenti concertativi

Pubblicazioni

Normativa

Banche dati e modulistica

Calendario eventi

PTC Progetto di Piano

Repertorio cartografico

Comuni della provincia

PROGETTI

STRUMENTI PER LO SVILUPPO

Comuni della Provincia

Loano

Comune di Loano
P.za Italia, 2
17025 - Loano (Sv)
Telefono: 019 675694
Fax: 019 675698
Website: www.comuneloano.it
E-Mail: loano@comuneloano.it

Immagine: stemma del Comune di Loano Immagine: mappa con la posizione del Comune di Loano

Itinerari turistico-culturali del Savonese

Del Carretto e Clavesana

Aurelia - parte sud

TERRITORIO

EVENTI E PROGETTI

STRUMENTI E SVILUPPO

Distanza da Savona: 34 Km
Altitudine: minima 0 - massima 1389 m
Superficie comunale: 13,46 Km
Popolazione: 10567 (fonte dati censimento 2001)
CAP: 17025, prefisso telefonico: 019, cod. Istat: 009034, cod. catastale: E632
Frazioni: Verzi

Cittadina della Riviera, distesa in fertile zona pianeggiante alla foce del torrente Nimbalto, tra la via Aurelia che si snoda al ciglio della bella spiaggia e la ferrovia a monte. Nella piana, all'interno, si è sviluppato un moderno quartiere residenziale. Verzi è nell'entroterra nella valle del Nimbalto. Antica villa romana (sul tracciato della via Giulia Augusta si trova il Pontasso, ponte romano), nel secolo VIII divenne feudo del monastero benedettino di San Pietro in Varatella e tra i secoli IX e X subì frequenti incursioni saracene. Passato ai vescovi di Albenga (secolo XII), fu acquistato, nel 1255, da Oberto Doria il cui figlio Raffo, nel 1309, indusse con proprie agevolazioni gran parte degli abitanti del la zona Poggio a trasferirsi sulla riva del mare. Quando i Doria furono esiliati (1342), Loano passò alla Repubblica di Genova che la restituì agli stessi feudatari nel 1477, ma Corrado III Doria la vendette ai Fieschi nel 1505, ai quali fu con fermata con diploma imperiale nel 1514. Dopo la congiura dei Fieschi (1547), l'imperatore tolse loro il feudo ponendolo sotto la giurisdizione del governatore di Milano e assegnandolo successivamente a Gian Andrea Doria. Ai Doria, che tennero Loano col titolo di principi, fu confermata l'investitura anche dal re di Sardegna, al quale era stato assegnata dall'imperatore Carlo VI nel 1736. Nel 1795 vi si combattè la prima battaglia vittoriosa dei Francesi sugli Austro-Sardi. Fra i numerosi edifici religiosi e civili che, soprattutto nei secolo XVI e XVII, arricchirono l'abitato, si distingue per l'austerità delle sue forme architettoniche il cinquecentesco Palazzo Comunale, già dei Doria. Costruito negli anni fra il 1574 e il 1578 su disegno di G. Ponzello, allievo dell'Alessi, ha un portale cinquecentesco in pietra nera, una loggia con pitture sul fianco sinistro e, nel salone centrale, un pavimento romano a mosaico del III secolo d. C. proveniente da scavi locali. Un ballatoio collega il palazzo alla torre pentagonale del 1602 che fungeva da bastione difensivo per le mura di cinta. Al secolo XVI risalgono pure la chiesa di Sant'Agostino (con annessi convento e chiostro) e una loggia in largo Colonna, mentre dei primi anni del secolo successivo sono la costruzione del palazzo del Comandante (1606), del ponte di San Sebastiano sul Nimbalto (1601), e del con vento di Monte Carmelo (1603-1608), con chiesa a croce latina sormontata da cupola (dipinti cinque-seicenteschi di D. Cresti, G.B. Paggi e F. Vanni nell'interno). Il convento venne fatto edificare dai Doria su un colle prospiciente il mare, ed è formato dalla chiesa, dall'elegante chiostro e dal cosiddetto "casotto", residenza dell'illustre famiglia genovese durante i frequenti soggiorni nel convento stesso. Sempre in quest'epoca (1602) fu ampliato, per iniziativa dei Doria, il castello medievale dei vescovi di Albenga e fu eretta (1633-1638) la parrocchiale di San Giovanni Battista, a pianta decagonale con cupola, ricca nell'interno di tele seicentesche. La porta dell'Orologio risale al 1774. L'agricoltura riveste ancora una notevole importanza economica e la piana del Nimbalto accoglie discrete attività orticole e frutticole. Loano, oltre a svolgere funzioni di mercato, si è sviluppata negli ulti mi decenni come centro turistico di primaria importanza nell'ambito provinciale. Il porto turistico, protetto da un molo di 500 m, dispone di 600 posti barca.

TERRITORIO

EVENTI E PROGETTI

STRUMENTI E SVILUPPO


PHOTO GALLERY del Comune di Loano

Immagine: Loano dal mare - Foto di Matteo Genevini
Immagine: Loano dal mare - Foto di Matteo Genevini

Torna alla lista degli itinerari

Top

<<

Maggio 17

>>

D

L

M

M

G

V

S

 

01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31


Promotori dell'iniziativa
"un tesoro di... Monumento"
Promotori di


                 Tutti i diritti riservati © Provincia di Savona - Via Sormano, 12 - 17100 SAVONA - C.F. e P.IVA 00311260095