Chi siamo  |  F.A.Q.  |  Contatti  |  Link  |  
Provincia di Savona: Insieme Facile

Home

TERRITORIO

Procedimenti concertativi

Pubblicazioni

Normativa

Banche dati e modulistica

Calendario eventi

PTC Progetto di Piano

Repertorio cartografico

Comuni della provincia

PROGETTI

STRUMENTI PER LO SVILUPPO

Comuni della Provincia

Noli

Comune di Noli
Via Milite Ignoto, 6
17026 - Noli (Sv)
Telefono: 019 7499536
Fax: 019 7499535
Website: www.comune.noli.sv.it
E-Mail: urb@comunedinoli.it

Immagine: stemma del Comune di Noli Immagine: mappa con la posizione del Comune di Noli

Itinerari turistico-culturali del Savonese

A spasso per la storia

Aurelia - parte sud

TERRITORIO

EVENTI E PROGETTI

STRUMENTI E SVILUPPO

Distanza da Savona: 15 Km
Altitudine: minima 0 - massima 443 m
Superficie comunale: 9,62 Km
Popolazione: 2946 (fonte dati censimento 2001)
CAP: 17026, prefisso telefonico: 019, cod. Istat: 009042, cod. catastale: F926
Frazioni: Tosse, Voze

Antico borgo marinaro medievale, di venuto centro climatico e balneare della Riviera, adagiato in un'insenatura tra la punta del Vescovado e il capo omonimo, alla foce del torrente Luminella. L'abitato, davanti al quale corre la via Aurelia, al limite con la spiaggia mista di sabbia e ghiaia, conserva torri e palazzi medievali e la cinta di mura dell'epoca che, a settentrione, sale all'antico castello. Tosse è sul versante meridionale del Bric delle Rive (285 m). Il Lamboglia sostenne la presenza in loco di un primitivo insediamento romano, un pagus, tuttavia il nome la colloca in epoca bizantina: "Neapolis". In documenti del secolo XI troviamo "Naboli". Distrutta dai Longobardi (641), fu ricostruita vicino al mare. Partecipando al la prima crociata (1097), Noli ottenne numerosi privilegi politici e commerciali da Baldovino, re di Gerusalemme, divenendo così una potenza marinara. Fu feudo dei Del Vasto, marchesi di Savona, ma nel 1187 si eresse in Comune autonomo, affrancandosi completamente dal feudatario Enrico il Guercio nel 1193.L'indipendenza, sancita con riconoscimento imperiale nello stesso anno, fu concretata con la costituzione della Repubblica Marinara che, arricchitasi con i traffici commerciali, difese la propria libertà confederandosi con Genova, con la quale combattè contro Pisa per il dominio del Tirreno e contro Venezia per la supremazia dei traffici nel Medio Oriente. Nel 1239 ebbe il titolo di città e divenne sede di Diocesi. Presso capo Noli, nel marzo 1795, la flotta inglese sconfisse quella francese e nel 1797 la Repubblica di Noli subì, insieme a quella di Genova, l'invasione napoleonica. Vi nacque Antonio da Noli, detto Antoniotto Usodimare (1415-1461), celebre navigatore. La cattedrale di San Paragorio costituisce uno dei migliori esempi d'arte romanica in Liguria; risale nelle forme attuali al secolo XI. Archetti pensili, lesene e maioliche islamiche ornano la facciata dell'edificio, i fianchi e le absidi; sul lato sinistro vi è un portico quattrocentesco fiancheggiato da tombe medievali. L'interno, romanico, conserva un ambone di epoca preromanica (ricostruito) ed un crocifisso ligneo coevo, una cattedra vescovile in legno (secolo XIII) ed affreschi trecenteschi. La chiesa romanica di San Paragorio si è sovrapposta, con il suo lato meridionale, a un edificio d'età tardo imperiale o altomedievale, a pianta ottagonale: probabilmente un antico battistero. La parte bassa dell'edificio (e le fondazioni di una costruzione ad esso adiacente, forse appartenenti a una chiesa affiancata al battistero) sono ancora visibili, incastrate nella muratura della chiesa medievale. La cattedrale di San Pietro, costruita nel XIII secolo e rimaneggiata nel XVII, ha una cattedra vescovile del Cinquecento, un ricco Tesoro, l'altare maggiore e un pulpito del 1679.L'abitato, caratterizzato dalle numerose torri comunali in mattoni rossi, conserva, in alcuni quartieri, quasi intatto il suo antico volto. Al Medioevo risalgono la casa Pagliano con trifore, bifore e merlature, la casa Repetto con triplice porticato, la casa Vivaldo, la Torre dei Quattro Canti e la merlata torre del Comune. All'epoca comunale appartengono anche tratti dell'antica cinta muraria ed il castello di monte Ursino (secolo XII), con l'alta torre circolare circondata da mura merlate. Noli, pur essendosi affermata in campo turistico, rimane un importante centro di pesca (vi operano anche pescatori giunti in passato dalla Sicilia). Noli possiede un entroterra di grande bellezza, caratterizzato da una flora mediterranea che conserva tipologie di piante e fiori ormai quasi scomparsi. Un patrimonio, quello ambientale, da tutelare e valorizzare.

TERRITORIO

EVENTI E PROGETTI

STRUMENTI E SVILUPPO


PHOTO GALLERY del Comune di Noli

Immagine: Noli vista dalla strada che scende lungo le Manie - Foto di Danilo Olivieri
Immagine: Noli vista dalla strada che scende lungo le Manie - Foto di Danilo Olivieri
Immagine: Noli - San Paragorio - Foto di Pietro Baccino
Immagine: Noli - San Paragorio - Foto di Pietro Baccino
Immagine: Noli - Rosa dei Venti - Foto di Pietro Baccino
Immagine: Noli - Rosa dei Venti - Foto di Pietro Baccino
Immagine: Noli Castello Ursino - Foto di Pietro Baccino
Immagine: Noli Castello Ursino - Foto di Pietro Baccino
Immagine: Noli vista dalla torre - Foto di Marco Caviglione
Immagine: Noli vista dalla torre - Foto di Marco Caviglione
Immagine: La torre di Noli - Foto di Marco Caviglione
Immagine: La torre di Noli - Foto di Marco Caviglione

Torna alla lista degli itinerari

Top

<<

September 17

>>

D

L

M

M

G

V

S

 

 

 

 

 

01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30


Promotori dell'iniziativa
"un tesoro di... Monumento"
Promotori di


                 Tutti i diritti riservati © Provincia di Savona - Via Sormano, 12 - 17100 SAVONA - C.F. e P.IVA 00311260095